pag_27_re

La Digestione Anaerobica

L’impianto GenerAlife si basa su un processo di fermentazione termofilo all’interno di un reattore, in grado di operare con un range di sostanza secca (%SS) che può oscillare dal 30 al 50%, ad una temperatura di circa 55 °C.
Il reattore viene chiuso ermeticamente in assenza di ossigeno e messo in depressione al fine di favorire il processo di digestione, con contestuale controllo della temperatura ed umidità al fine di massimizzare la resa in termini di produzione di biogas e di azzerare gli impatti olfattivi.
Per mezzo di un sistema informatizzato di controllo e gestione collegato a sensori posti all’interno del reattore, è possibile mantenere la matrice in digestione, nelle condizione ottimali e costanti di temperatura ed umidità, al fine di favorire lo sviluppo e la proliferazione dei microorganismi dedicati alla degradazione della sostanza organica e quindi alla metanizzazione.
Tale condizione è resa possibile grazie ad un sistema di ricircolo del digestato liquido che, una volta prelevato dal fondo del reattore per mezzo di un sistema di drenaggio dedicato, viene prima stoccato temporaneamente in un serbatoio per poi venir riscaldato, recuperando l’energia, per poi essere successivamente distribuito mediante degli ugelli sul rifiuto in digestione